FMC FERENTINO – TEZENIS VERONA: 86-91 (22-20, 23-15, 13-23, 17-17, )

Dopo le vittorie COPPA-ITALIAcontro Torino e Brescia, Tezenis Verona e FMC Ferentino si scontrano nella finale di IG Basket Cup 2015 in quella che è una degna conclusione di un bel weekend di basket in quel di  Rimini.

Monroe-tira-in-sospensione-Verona-281x300

Come nei quarti contro Brescia, Ferentino parte subito a fare la voce grossa sotto i tabelloni con 5 rimbalzi offensivi nei primi 3 minuti, guadagnandosi tante seconde opportunità. Per Verona è De Nicolao il protagonista iniziale, segnando tutti i primi 7 punti dei suoi e regalando l’assist per la tripla di Umeh, che si accende e regala il primo break importante per Verona, che va sul 20-11. Ferentino continua nella sua partita fisica recuperando subito lo strappo e chiudendo il primo quarto in vantaggio grazie ad un parziale di 11-0.

Coach Gramenzi, alla terza partita in tre giorni, prova ad allungare le rotazioni con il giovane Allodi e cambia spesso i suoi giocatori, provando anche quintetti atipici e alti per aumentare il vantaggio fisico dei suoi. Con la zona, già molto utilizzata in semifinale contro Brescia, riesce a mettere in difficoltà l’attacco scaligero, costringedolo a sanguinose palle perse e errori al tiro. Ferentino ne approfitta e arriva al massimo vantaggio a metà secondo quarto sul +13 grazie alla coppia Guarino-Ghersetti.

Verona prova a rifarsi sotto grazie alle triple dell’esperto Boscagin e ad una difesa più aggressiva, ma lo stato di grazia al tiro di Ryan Bucci permette alla squadra di Gramenzi di mantenere la doppia cifra di vantaggio all’intervallo. La precisione di Verona dalla linea dei 6,75, dove tira con il 50% abbondante, permette alla squadra di Ramagli di mantenersi a contatto e a tornare a 2 lunghezze di distanza grazie a un parziale di 12-4 e a superare a metà terzo quarto Ferentino grazie all’appoggio di De Nicolao. Ferentino non trova più la via del canestro e gli esterni si intestardiscono con conclusioni forzate, dovute anche alla stanchezza, ma vedere il traguardo vicino li costringe a non mollare e grazie ad uno Starks particolarmente attivo riesce a riagganciare gli avversari.

CDG8725-300x200

L’ultimo quarto è avvincente, com le squadre che si rispondono colpo su colpo e coach Gramenzi che riprova il quintettone con Starks unico esterno insieme a Ghersetti, Biligha, Pierich e Omar Thomas, aumentando la fisicità e provando a chiudere il pitturato all’attacco veronese. La Tezenis però muove bene la palla sugli esterni e trova buone conclusioni, portando a 6 i punti di vantaggio a 3 minuti dalla fine, con Ferentino già in bonus e con 2 timeout spesi. La FMC però non molla e trova ancora le energie per tornare a -1 e grazie all’imprecisione ai liberi di Monroe ha ancora la possibilità di impattare. Omar Thomas fa il miracolo e sulla sirena segna la tripla che manda tutti al supplementare.

Negli ultimi 5 minuti aumenta la fisicità, Gramenzi si affida al quinteto alto ma patisce gli esterni di Verona che riescono a guadagnare falli e viaggi in lunetta, che valgono i due possessi di vantaggio. In attacco Starks si intestardisce a voler trovare conclusioni al ferro ma trova l’area intasata. Verona, che non segna dal campo da parecchi minuti, trova la precisione dalla lunetta nel momento del bisogno e si ritrova sopra di tre a 9.6 secondi dalla sirena. Contrariamente a quanto successo al termine dei regolamentari, coach Ramagli sceglie di far fallo e mandare in lunetta Ferentino, alla quale non riesce il nuovo miracolo.

CDG6699-300x200

Verona fa sua una partita bellissima e combattuta, legittimando, se ancora ce ne fosse bisogno, il suo primo posto in classifica, alzando la IG Cup 2015 grazie ad un weekend in cui ha mostrato una gran pallacanestro e una solidità impressionante. Con la premiazione di Michael Umeh come MVP della manifestazione si chiude una due giorni di basket che ha portato a Rimini 30.000 visitatori per quello che è stato un vero spot per la pallacanestro italiana.

TABELLINI
FMC Ferentino: O. Thomas 23; Rimb. 49 (M. Ghersetti 12, P. Biligha 10); Ass. 13 (Starks 6).
Tezenis Verona: M. Umeh 36; Rimb. 42 (Monroe 14); Ass. 17 (De Nicolao 7).